Donald Debbia: “Portate un amico come sponsor”

Intervista a Donald Debbia, titolare di Laserline, che lancia un appello agli imprenditori reggiani per aiutare la Reggiana

Donald Debbia, lei in tempi non sospetti aveva indicato una strada per l’azionariato diffuso, cosi è stato.
“In effetti noto che il pool granata quest’anno si è arricchito, anzi ha preso forma proprio come un azionariato diffuso. Tantissimi piccoli, medi o grandi imprese che hanno dato il loro contributo alla Reggiana, cosi si spiegano le 130 e oltre aziende che hanno fatto parte del pool granata. Questa è la strada giusta”.
Adesso viene il difficile?
“Non credo perché dobbiamo partire da un elemento: chi ha sottoscritto il contratto di sponsorizzazione, come il sottoscritto, è rimasto contento dell’immagine che la Reggiana ha restituito all’azienda, a prescindere dal risultato del campo. Per questo sono convinto che altri imprenditori, anche non tifosi, si avvicineranno alla Reggiana”.
Quindi il risultato sportivo incide poco?
“Diciamo che la bravura è essere riusciti a coinvolgere il tessuto imprenditoriale reggiano senza legarlo al risultato della squadra ma in un contesto di relazioni, coinvolgimento, immagine e iniziative che ha soddisfatto il cliente sponsor”.
A parte la passione per la Reggiana, da imprenditore cosa l’ha spinto a rinnovare il contratto di sponsorizzazione?
“E’ vero, io prima di tutto sono, da sempre, un tifoso granata. Ma questo non basta, perché sono anche un imprenditore e ritengo sia giusto che come tale mi ponga nell’ottica di restituire qualcosa a un territorio che mi ha dato tanto. La Reggiana calcio è un’espressione importante del nostro territorio, un perfetto ambasciatore, una società sportiva che ha una sua dimensione e stile per cui esaudisce quelle che sono le mie esigenze da imprenditore”.
Non è dunque solo un discorso di immagine ma anche di business?
“Perché no. E’ evidente che il lavoro che è stato fatto dalla società è stato quello di mettere in relazione, attraverso tante iniziative, i 130 e passa sponsor che si sono avvicinati al pool granata. Un circuito virtuoso che ha consentito di conoscerci e anche sfruttare le nostre conoscenze e mettere in atto tutta na serie di relazioni. E’ stata creata con la Reggiana una “rete virtuale” di imprenditori”.
Cosa si sente di dire a un imprenditore reggano?
“Che ognuno di noi, per ciò che sono nelle sue possibilità, può contribuire nella crescita della Reggiana. Questo è la peculiarità del mondo imprenditoriale reggiano che si rispecchia nella Reggiana”.
L’auspicio è di assistere anche a una Reggiana vincente?
“Da tifoso me lo auguro, diciamo che sarebbe la classica ciliegina sulla torta.”.

Marco Bertolini
ADMINISTRATOR
PROFILE

Altri articoli che ti potrebbero interessare